7

Milky Way


Infissi rossi dischiusi al sole come papaveri su un campo di grano.
Un paio di note si spandono leggere come i profumi di primavera fin sotto le mie coperte.
Tell me, did you fall for a shooting star?
One without a permanent scar [...]
Non esattamente, che non è puoi cadere da una stella ed arrivare a terra sopra una nuvola con la messinpiega.
Penso a Renzi mentre soffio sulla tazza sproporzionata di ceramica blu e con gli occhi in tinta ci inzuppo le ultime notizie spalmate su una biscottata ai cereali.
Penso al cesto di frutta che fa tanto natura morta e poco Caravaggio, all'Apple che fa' molto commerciale e poco Think different, al frigo che fa'... frigo.
Penso al culto dell'apparenza che sì conta, che sì è importante, ma esiste una differenza fondamentale tra importante e necessario.
E che necessario è pure diverso da opportuno.
Perchè le apparenze sono un pò come i numeri.
E ci sono i matematici e i numerologi.
Entrambi lavorano con i numeri, entrambi vivono con e per i numeri.
Solo che il numerologo li subisce, il matematico li comanda.


C'è anche spazio per ricordare il Kennedysmo Veltroniano (famosissimo nel mondo) e la convergenza tra il fiorentino e il romanafricano, come se il fatto che sia Renzi che Veltroni detestino amabilmente D'Alema non c'entri nulla in questa affinità elettiva appena nata e appena morta.
Le faide delle faine.
Le fazioni, gli alleati instabili, gli equilibri indifferenti.
Quando tutto cambia a cambiare non è realmente niente.
Un pò come quando mischi le carte e rifai la mano, non cambi mica gioco.
Non cambi mica mazzo.
Il Wikipd.
Perchè uno deve pure scippare il prefisso per apparire al passo coi tempi.
Alla faccia dell'innovazione cercata fino alla spasmo, alla faccia di chi ha citicato il Nuovo Ulivo che diventa smorfia.
Perchè lui dice d'essere a viso aperto, anche se io un politico col viso chiuso mica l'ho visto.
Come se bastasse proclamarsi in un certo modo per diventarlo automaticamente.
L'autodeterminazione didascalica. Come i Padani della Padania.
Vendersi invece che proporsi.
Anche provando a tralasciare Gori, la discutibile scenografia, l'ovvietà di alcune proposte (il porcellum a quale persona sana di mente piace? Qualcuno vuole un altro scudo spaziale per i capitali all'estero? Qualcuno vuole lasciare gli 'ordini professionali superflui'? Qualcuno vuole i corrotti in politica? Vi va' di finanziare la spesa?) e la decaduta di Baricco certi punti ricordano il cielo di Londra.
Posto che lo sviluppo di Renzi sembra quello di Tremonti più una piccola patrimoniale (ve lo ricordate con la mania delle privatizzazione dell'acqua in tempi di referendum?),
non c'è niente sulla regolarizzazione del mercato finanziario, niente sulla corruzione in generale (non solo quella politica), niente sull'evasione fiscale.
Neanche l'ombra di intervento su diritti civili ( poi uno si lamenta che non è percepito come di 'sinistra'), sulla Ru486.
Sul tema lavoro sembra Marchionne.
La frase le 'leggi sono troppe' non ha senso.
Sono troppe rapportate a che? Ai delinquenti?
Come quando dicono il problema carceri è che ci sono troppi detenuti.
No, il problema è che ci sono troppo poche carceri e reati come la clandestinità, che è un filo diverso.
Giustizia: la task force di giudici e avvocati in pensione come la paga?
E se devi proprio pagare qualcuno perchè non fare un nuovo concorso e assumere qualche cancelliere in più, rottamatore dei miei stiivali?
Che vuol dire produttività nel campo della giustizia? Con cosa si misura? Con la velocità dell'emettere sentenza?
Parte aggressiva, la norma 13, parte dicendo che dobbiamo eliminare la politica corrotta.
Come lo vuole fare? Con l'amnistia. Un esilio.
Quello che in meccanica si chiama cursore.
Il problema dei cursori è che hanno tutti lo stesso momento.
Prevenzione e cura, infatti, costano sperimentazione e fatica.
E probabilmente momenti diversi.
Mi fermo qui e non sono neanche a metà.

Mi sconquassa il sistema nervoso quando sento evocare le rivoluzioni copernicane.
I teoremi giudiziari.
La prima riguarda il capovolgimento della prospettiva del mondo.
Il secondo, una formulazione rigorosa basata su asserzioni logiche soggette a regole logiche.
Non c'è niente di casuale. Non c'è niente di dialettico. Non c'è niente di assurdo.
Quindi se i politici la piantassero di aggrapparsi alla scienza per giustificare ogni puttanata demagogica che gli balza in mente sarebbe meglio.

Questa mania scenica delle esplosioni non mi piace.
Troppa luce copre pure le stelle.
Al Big bang ho sempre preferito la Milky Way.
lui.

Drops of Jupiter, Train.

7 commenti:

LAV / gigionaz | 1 novembre 2011 23:41
  

  Anche a me non piace quando la lingua oscena della quotidianità politica si appropria, come se niente fosse, di espressioni costate lacrime e sangue a chi le ha inventate, studiandole e dedicandoci una vita.
Lo fanno anche con altro, continuamente.
Per quel che riguarda Renzi, io non l'ho ancora capito. A mia moglie, toscana di Livorno, piace abbastanza. Ma temo che sia solo una questione da 'Maledetti toscani'.

Mi è piaciuta l'idea Wikipd. Anche se sarà sicuramente una boutade.
Andiamo a vedere il bluff, mi dico sempre.

Un bacione, carissima Scalza.
E non ti arrabbiare :) 

 
La Scalza | 1 novembre 2011 23:53
  

  Ma ora, seriamente, è possibile che dopo 15 anni di Berlusconi - a sinistra - vuole sostituirlo un Renzi con Gori?
Non posso pensarci, manco fosse un problema di Hilbert.

Riciclo per riciclo meglio #OccupyPd.

Come va' dalle tue parti invece? 

 
Flavia | 2 novembre 2011 10:30
  

  "Mi sconquassa il sistema nervoso quando sento evocare le rivoluzioni copernicane"

E certo, se di prima mattina sorseggiando il caffellatte ti metti a pensare a Renzi mi pare il minimo!

Quella del wikipd non la sapevo. Mi sollazza pensare al brainstorming di strateghi politici e spin-doctors dietro a questa ineffabile proposta. Immagino già gli slogan scartati:

I PD
UbuntuPD?
op(d)ensource? 

 
La Scalza | 2 novembre 2011 12:03
  

  E pure hai ragione.
E' la tattica delle brutte notizie di prima mattina, almeno sei già preparata al peggio.

Sì, quello di Gori.
Per la serie il nuovo che avanza, ma avanza letteralmente.


I-Pd mi fa troppo ridere =D

A proposito di battute questa mi ha fatto pensare:
Secondo Renzi ci vorrebbe un "Big Bang" per un nuovo partito.
In effetti, pure Forza Italia nacque grazie a due esplosioni. ( qui ). 

 
Flo | 2 novembre 2011 20:14
  

  Partiamo dal P.S.: I-Pd è geniale! Dovresti brevettarla cara Omonima ;)

Arriviamo al dunque.
Più che altro dopo il tracollo del Grande Fardello negli ascolti, deve trovare un altro modo di rincoglionire gli italiani.
Tanto in politica oramai ci sono cani e porci... uno in più uno in meno.
Credo di più nel vecchio partito di Cicciolina che in uno solo dei nostri attuali politici, neofiti et similia.

P.s.2: anche le paste sono state divorate! Ringrazia i tuoi :)
Forse n'altra puntata a Castel dell'Ovo per digerire ci vorrebbe :P 

 
La Scalza | 2 novembre 2011 21:05
  

  Ah perchè c'è un livello maggiore di rincoglionimento toccabile?
L'hai sentito Paniz che abbandona Berlusconi?
I cani sono fedeli e i porci si fanno ammazzare.

Sarà fatto, siora.
Beh, oddio fammi prima riprendere che io sto ancora come stavo =D 

 
Flo | 2 novembre 2011 21:48
  

  Paniz lancia il sasso e poi corre, lesto, lesto, a nascondere la mano. Rimangiarsi ciò che si è affermato è lo sport preferito ultimamente in Italia. Magari se lo facciamo entrare come sport olimpionico sia mai che vinciamo e famo i sordi e risolleviamo l'economia...

Come direbbe qualcuno di mia conoscenza "Amarezz'"

Io non sto meglio credimi!!!! :)
Comunque "next stop" ponte Immacolata! E Dio Salvi Il Tassista Appanicato! XD 

 

Posta un commento