9

Giornate un pò così

Giornata acre
alla scrivania a giocare a braccio di ferro con un bamboccio che ha il peccato mortale di essere a capo dell'impresa del padre.
Impresa che lavora in tutto il territorio italiano e che non ha un indirizzo e-mail decente, nè un manichino che assomigli ad una segretaria che risponda al telefono, nè un bot dalla voce metallica e arrugginita  a cui comunicare che sì, questo ponteggio possono venirselo a prendere, per cui ti tocca pagare un'altra settimana per una cosa inutile, che ti ingombra e che è responsabile del
tuo cellulare che trabocca di gente che continua a lamentarsi dello spazio occupato,
della macchina che non può parcheggiare,
dell'orticello da balcone,
del giardino zen,
del cane che piscia sulle assi.
Il cad che perde blocchi, il portatile che si spegne e non si capisce se sia la batteria, l'hard disk o l'entropia dell'universo che ti si rivolta contro.
Tuo fratello cotto dal sole e dal sale te lo ritrovi in pezzi davanti alla porta di casa per motivi che non comprendi.
O che comprendi fin troppo.
Metti su un caffè e un caffè&latte, ma la moka ha deciso di diluire il peggior caffè del mondo e la chiacchierata diventa fin troppo amara.
Radiografie perdute negli stanzoni asettici di un ospedale - enorme e pubblico -  da quello del piano di sotto che probabilmente si scopa
la dottoressa del piano di sopra e fa' battute sessiste che vorresti solo appenderlo al muro - per le palle - ma il paziente non sei tu
e ti tocca portare pazienza.
Respirare e contare.
Che se le ultime due ti vengono naturali, la prima, proprio non è il tuo forte.
E si vede.
Due dita per ogni meninge, occhi chiusi.
Li riapri.




E allora ok.
Direi che se ne parla domani.

9 commenti:

LAV | 31 agosto 2011 21:39
  

  :D :D :D Che tutti i casi della vita, tutte le complicazioni del cosmo, tutti i misteri più insondabili, beh... crollano di fronte al Trota che discute della manovra :D 

 
La Scalza | 31 agosto 2011 21:41
  

  Vuoi mettere la mia giornata con quella del Trota? =D 

 
il Russo | 31 agosto 2011 22:37
  

  Che discreta giornatina di merda abbiamo avuto Scalza? 

 
La Scalza | 31 agosto 2011 22:44
  

  La parte più difficile è vedere quello lì che 'lavora' alla manovra e che 'giudica' la mia laurea.

Niente paura, comunque, ho messo su Natale in casa Cupiello.
Ad agosto, ovviamente.
Meraviglioso.
Ridiamoci su, va'. 

 
LAV | 1 settembre 2011 12:17
  

  Scalza... hai mai pescato con la mosca? Credo di intravedere in te un'ottima moschista. 

 
La Scalza | 1 settembre 2011 12:29
  

  Mi ci portava mio padre.
Mi spazientivo presto, però quindi mi portavo qualche libro e un paio di galleggianti colorati per leggere.
In realtà non ci andavo per la pesca, ecco. 

 
LAV | 2 settembre 2011 14:29
  

  La pesca a mosca è movimento. Non stai mai fermo un secondo. E' esplorazione. Ottieni risultati mai per caso. La pesca a mosca è un percorso verso il paradiso.
Hai visto "In mezzo scorre il fiume", di Redford?
http://www.youtube.com/watch?v=6N-DxHf4Gxo 

 
La Scalza | 2 settembre 2011 15:16
  

  No, non conoscevo.
Da quel lato sono deboluccia assai.

Allora debbo confessare che la della pesca a mosca non ho capito nulla ; ) 

 
LAV | 3 settembre 2011 14:21
  

  Se mi segui, un giorno te la faccio conoscere :) 

 

Posta un commento