5

Circus



Lo smilzo ragazzetto dai capelli rossi e spettinati aspetta solo quel cenno di mano.
S'asciuga la fronte con la manica penzolante e sfilacciata della camiciola biancastra.
Le dita svirgolano nervose sul ruvido della corda.
Respira piano per non incrinare l'incanto e un brusio serpeggia frivolo ed insolente dalle poltrone della prima fila.
Un omino panciuto, con un cilindro lucido e dei mezzi guanti si affaccia con il suo mento imponente verso la folla scomposta.
Un paio di passi.
Un placido inchino.
E il pubblico tace.

Qualcuno dal fondo tossisce,arrossendo, chinando il capo in segno di scusa,
ma l'omino, sovente, continua a narrare.
E la sua voce si spande,
di fila in fila,
di orecchio in orecchio,
di cuore in battito.

Chiude la linea dei talloni, l'omino,
e gli stivaletti da circo - tuttaltro che ovattati - impattano sul legno del palco.
Un cenno di mano.
E il sipario si leva.

Dovrebbe cominciare così la rassegna stampa delle sei di mattina per essere credibile.
Per dare il metro delle notizie piazzate in prima pagina in modo convulso, nervoso, ridicolo.
L' ouvertùre, dicono i bravi.
Ieri - per esempio - Napolitano fa visita alla facoltà di Giurisprudenza della Federico Secondo.
Tra ufficiali in alta uniforme, rettori impettiti, ragazzini impomatati qualcuno gli fa qualche domanda d'attualità.
Magari sulla Padania.
Come risponde il Presidente?
Con una banalità. Una ovvietà palese che racconta qualunque cartina srotolata del mondo, d'Europa, d'Italia.
La Padania non esiste.
E aggiunge, in maniera molto pacata, senza alcun accento, polemica, con la tranquillità di chi ripete la tabellina del tre, che uno può pure urlare su un prato, ma non per questo cambia la geografia di una nazione.
A margine sottolinea che dato che la secessione è contro la Costituzione, può scattare l'arresto secondo il reato di attentato alla Carta; 12 anni di carcere, pena in seguito alleggerita.
Indovinate da chi? Esatto, quindi ora gli anni sono cinque.
Tutta roba che c'è già, non è da inventare, è scritto nella cellulosa su cui hanno giurato quelli con la camicina verde.
Ebbene come titola il Giornale?
Che è un pò come titolare: Napolitano vuole arrestare un omicida, Napolitano vuole arrestare un ladro.
E questi invece scrivono come se fosse un pretesto, un attentato, una forzatura.
Insomma la Padania non c'è.
Ci fa.
Ovviamente c'è la fotocopia, ma andiamo avanti.
Evitate attentamente la colonna destra con: al centro destra servirebbe un nuovo Berlusconi che è incommentabile e meriterebbe di essere dileggiata fino alla fine del mondo.
C'è la meravigliosa inchiesta del Secolo sul fare i giornalisti senza le intercettazioni con la foto di una macchina da scrivere dell'Olivetti.
Una metafora sui tempi della giustizia? Sulla media anagrafica dei giornalisti? dei politici?
Nessuno lo sa, ma ci stava bene, vuoi mettere?
Che poi l'articolo di per sè è un grumo di banalità.
'Il giudice compiacente ti mette brani di intercettazioni su una chiavetta' , tipo Papa, alla faccia delle toghe rosse, delle P3 e di tutte le P38.
Eh si perchè 'si rischiava anche la vita, pestando i piedi a poteri occulti e servizi segreti. Non era un lavoro da gentiluomini, ma si poteva anche farlo con dignità. Oggi, se si hanno i soldi e i padroni giusti, è tutto più semplice'. Se poi il padrone tuo è proprio il Padrone hai preso il 13, basta che ti ricordi di chiamarlo quando la magistratura indaga su di te, così lui ti comunica se tu puoi tornare o no. 

E mentre nei giorni scorsi la quasi totalità delle testate si trastullava con questa roba qui l'On. Scilipoti apriva a Saya.
Ha detto l'agopunturista sulle cui spalle si regge il Governo: abbiamo ideali in comune, come la difesa della patria e della famiglia.
Qualcuno ha titolato?
Naa.
Meglio parlare di cose che non esistono. 

Duas tantum res anxius optat,
panem et circenses, diceva Giovenale.
Rem, Imitation of life.

5 commenti:

LAV / gigionaz | 2 ottobre 2011 18:06
  

  Tutte le volte che chiedo al mio amico giornalaio "Ma Libero e il Giornale, quante copie vendono?", lui si mette quasi a ridere.

Eliminazione totale del contributo statale ai giornali! O tararlo in base alle copie vendute in edicola! :)

(La mattina sento la rassegna di Radio24. Leggono anche 'Il foglio' 'Liberal', 'l'Opinione' e cose così) 

 
La Scalza | 2 ottobre 2011 19:03
  

  Un bel tacer non fu mai scritto, diceva qualcuno.

Faccio colazione con la rassegna stampa di Rai News ;) 

 
Flo | 4 ottobre 2011 02:15
  

  Io rimango ancorata sull' Internazionale. Et similia.
E poi leggo la rassegna stampa di Meg :)!
Ah, sai che andrò a fare Diritto con il figlio di Napolitano? Dicono sia bravo... beh... quando verrai tanto, lo vedrai da te. Ti ci porto :) !

PS: Mazzy Star - Into Dust :) 

 
La Scalza | 4 ottobre 2011 07:49
  

  Non so se sia peggio studiare diritto o sopportare un figlio di =P
Mi porti a conoscere il figlio di Napolitano? Occhio che ci scappa l'incidente diplomatico =D

C'è Mondrian al Vittoriano, non è meglio? =D
Lo sai che Caravaggio chiude il 15? Ma che bidone è? 

 
Flo | 5 ottobre 2011 17:38
  

  Si, ma non ti preoccupare ci sono 3 Caravaggio che non chiudono mai :) sono "perenni" e ti porto a vederli!!!!
Se non viene troppo al Vittoriano c'andiamo sicuro.

Guarda mi hanno detto che il "figlio" è bravo... Diritto un pò meno. :)In compenso, c'è pure il Figlio di D'alema sai? Però è "nostro" collega. Per fortuna che devo seguire solo pochi corsi lì... Troppa gente "no buona".
Comunque non ti preoccupare... ci metteremo in modalità "stealth" da brave rogue :P in modo che nessuno ci importuni!
:P

Dai, che ottobre sarà bellissimo. :) 

 

Posta un commento